giovedì 31 gennaio 2008

Una diavoleria chiamata palestra

Infine, dopo settimane di tormento, mi sono convinta ad iscrivermi in palestra. Io, che nasco nell'acqua e vivo nel mare, decido - per vili ragioni di tempo e gestione - di abbandonare la piscina per iscrivermi in palestra. (Che chi mi conosce sa quanto anti-valentiniano sia il concetto stesso di palestra, e sudore e fatica). Ad ogni modo, prendo questa malsana decisione, e armata di un insolito buon umore entro, con fiero passo deciso, nella piccola accogliente palestra che ho scelto per dissipare energie fisiche altrimenti stagnanti.
Step n. 1: inciampo nell'istante stesso in cui apro la porta a causa di due pesi incautamente messi lì a lato, e parte il bestemmione (mentale) e la parolaccia (verbale). Pessimo inizio.
Step n. 2: spogliatoio. Non la faccio lunga, sennò sembra un romanzo (dell'orrore) mentre la realtà è di gran lunga la miglior commediografa del mondo. Apro la porta dello spogliatoio e mi rimane la maniglia in mano. Sic!
Step n. 3: osservo il balletto di tutte 'ste atlete che entrano (dopo aver cercato invano la maniglia, che ho buttato celermente in un cesto di non meglio identificati attrezzi), smettono gli abiti da lavoro, si smutandano integralmente e si rivestono. Nel frattempo, e dato che io scafandrata entrai e scafandrata ne uscirò, giocherello con l'orecchino, giusto per far qualcosa.
Step n. 4: la lezione. Non me la cavo male. Nei primi cinque minuti, intendo. Perché poi comincio a sentire il fiato corto e la vista annebbiata e uno sgradevole formicolio a muscoli che nemmeno sapevo d'avere... Anche le atlete, fetentone!, dopo una mezz'oretta cominciano a sfiatare come idranti, tutte pezzate che manco i muli. Io non sudo. Sarà grave?
Step . 5: dopo cinquanta minuti tutto finisce... Alleluja nell'alto dei cieli, e Gesù perdonami il moccolone iniziale, che c'avevo una strizza folle di fare figure di merda (e non è che tu mi abbia facilitato, diciamo). Deambulo per la sala mettendo a posto tappetini e pesi e bilancieri quando il tipo che ci ha fatto lezione mi guarda, serio serio con quegli occhi chiari in mezzo al viso, e mi dice: "Valentina, perché cammini così?"
Abbozzo, rossa in viso di una vergogna indegna. Stronzo!, penso. Poi ride, l'infame, e mi fa pure pat pat sulla spalla (che trema tutta di uno spasmo isterico da sforzo coatto). E aggiunge: "Tanto ora per una settimana sarai in coma, no?" Ah ah!, penso io, che ridiamo una volta per uno adesso. Gli rivolgo il più amabile dei miei sorrisi, gli appoggio un'amichevole mano sul braccio e rispondo con voce flautata (dentro di me ribolle un fotogramma pulp in cui gli scortico il naso): "Roby, ci vediamo domani".
E domani, dovessi andarci sui gomiti o, peggio, strisciando sulla pancia, ci sarò. Oh se ci sarò...! Stronzo!
V

13 commenti:

dawoR*** ha detto...

E' di palestre MENTALI che ci sarebbe un gran bisogno - dico io

:) dawoR***

Clotilde ha detto...

Sono proprio contenta di essere passata a salutarti: ero sicura che avrei trovato ad attendermi un'ottima tazza di tè con i pasticcini.
Il tuo post era proprio quello che mi ci voleva per tirarmi su di morale, grazie davvero.

vjj ha detto...

Cara Valentina, (purtroppo) ti capisco.
Vada la fatica, vada pure il dover subire lo smutandamento di gruppo, ci stà anche l'agonia muscolare dei giorni che seguiranno... ma la pijata pe' culo... quella no!
è troppo!
ed io lo sò bene, 'che per anni ho dovuto subire istruttori babbioni che mi sfottevano perchè ero rotondetta...
Ma adesso che ho trovato il mio sport (la fit-boxe,per intenderci)... me li vengano a fare ora i sorrisetti babbioni!
Vjj-revenge

Roberto ha detto...

Durò tre mesi la mia attività in una palestra,per me fu un tempo lunghissimo per il solo fatto che riuscivo ad andarci verso le 20.30.
Devo dire che fu una bella esperienza.
Ti consiglio un corso sub è qualcosa di speciale.
Ciao Val buona serata

donnigio ha detto...

Domani voglio il resoconto!!!! ;-) Palestra? No, grazie. Non sopporto la puzza del sudore. Non posso farci niente. Non ci son mai andato, fermandomi sempre ad un passo dall'iscrizione. Alla fine, preferisco sempre andare a correre al parco. Uno qualsiasi. Con le cuffie e buona musica. E poi, un po' di stiramenti in camera. Gratisssss!!! Comunque, la tua entarta in palestra è degna di un film di Fantozzi. Complimenti, è il giusto approccio...ah ah... Vado a letto, che oggi, scusa il francesismo, è stata una giornata di merda!!!!

Prescia ha detto...

poveraaaaaaaaaaa....dai vedrai che domani andrà meglio...
con l'acido lattico che ti tormenterà tutto il giorno , ma andrà meglio...
besos...
;)

My funny Valentine ha detto...

@ DawoR***: concordo. E' che su questo blog devo metterla sul fisico ogni tanto, se no rischia di diventare davvero troppo mentale...

@ Clotilde: è stato un piacere intrattenerti! :-)

@ Vjj: hai azzeccato in pienissimo! E' stato lo sfottimento ad aguzzare i miei denti...

@ Rob: fa fanno senso i fondali marini... sic!... vedere la barriera corallina per me è stato un tormento... :-(

@ Don: se avrò ancora dita per scrivere, aggiornerò il mio stato di "benessere" post palestra!!

@ Prescia: secondo me andrà sempre peggio... :-( Scherzo, dai! Grazie per essere passata.

V

marina ha detto...

Vai Valentina, resisti e vai! Sei tutte noi!
ciao marina

guccia ha detto...

Vale la piscina fa bene, la palestra fa male, non solo allo stato psicologico, ma anche alla schiena :(

My funny Valentine ha detto...

@ Guccia: lo so! :-(
Però per me andare in piscina significa perdere 3 ore [ SEI MEZZORE! ] in:
1) prepara la borsa senza dimenticare niente (che matematicamente, salita in macchina, mi fulmina la dimenticanza fondamentale, e mi tocca fare dietro-front);
2) cambiarmi, spogliarmi, rivestirmi: costume cuffietta accappatoio ciabatte occhialini chiave (e tu credi che io non semini calzini, sciarpe e quant'altro nello spogliatoio, e poi devo andare a raccattare i pezzi in giro?! Ingenua...);
3) nuotare;
4) esci dall'acqua, doccia, asciugatura capelli (lunghi), un po' di trucco, vestimento, raccolta degli oggetti, controlla lo spogliatoio, controlla la sacca (che non si chiude più), controlla la borsa che ci siano ancora i soldi, il telefono, le chiavi dell'auto...
Una fatica IMMANE. Credimi. Ogni volta era uno stress, e ogni volta perdevo qualcosa...
:-)
Adoro la piscina e odio la palestra. Lo so, lo ammetto. Ma la palestra è rapida e agevole. Purtroppo!
V

Anna ha detto...

La palestra, che croce! Mi sono iscritta il 7 gennaio, non ci sono ancora andata. Dopo questa lettura mi viene ancora meno voglia. Il fatto è che non trovo sodali. Da sola mi fa tristezza e poi penso a tutte le palestrate e palestrati e rinuncio.

marina ha detto...

Rassicurami! Dimmi che sei andata alla faccia dello stronzo!
ciaomarina

My funny Valentine ha detto...

Ah Mari', non solo ti rassicuro sullo ieri, ma anche sull'oggi... Infatti all'una tornerò, più agguerrita che mai!
:-)
V