domenica 16 marzo 2008

Il sabato degli Shark

Ieri sera ad un certo punto ho inviato un sms disperato ad un amico scrivendogli: salvami! Avevo ingenuamente preceduto la mia compagnia al locale pensando: mentre li aspetto scambio due parole con C. (la barista) che non vedo da una vita. Non faccio in tempo a sedermi sullo sgabello, seminare borsa sciarpa e cappotto su altri quattro sgabelli, che Mr. Shark (alto, magro e brizzolato) si avvicina a me con assoluta e malriuscita nonchalance, mi ruota attorno un paio di volte poi, incoraggiato dall'amico Shark II (alto, grasso e canuto), mi si piazza a fianco. "Cosa bevi?", indaga lui. "Un daiquiri molto secco", rispondo, e tuffo gli occhi sul fondo del bicchiere, con assoluta e - lo dimostreranno i fatti - malriuscita nonchalance. Shark I, lo si nota subito, non è del posto. Ha una parlata strascicata da Vorrei Far Parte Della Upper Class, gesticola rumorosamente (il che denota che dalla upper class è piuttosto lontano), e parla. Parla in continuazione. Parla e gesticola. Parla di sé, si smutanda davanti a noi con trasparenza disarmante.
Nei primi cinque minuti mi ha spontaneamente reso edotta del fatto che:
1. è dell'acquario (di febbraio, però, che quelli di gennaio son degli stronzi, parola di Shark);
2. è sposato, separato, con una figlia di due anni e mezzo a cui ha intestato un appartamento. Alla moglie - ma non abbiamo più rapporti sessuali anche se spesso dormiamo assieme... - passa 300 euro al mese, e ne approfitta per ricattarla amorevolmente: siccome ha il vizietto, se domani mi gira le mando la polizia a casa, le faccio fare le analisi del sangue, e la bambina è mia. Ma no, che alla fine non sei così figlio di puttana, suggerisco io. Sì sì che lo sono. Ah be', allora...
3. è piemontese ma il Mondo è la sua casa, perché sai: a me annoia tutto. NY?, dopo un mese m'ero rotto i coglioni (per cui ora si sente in diritto di romperli a sua volta agli italiani tutti). La Spagna?, adoro le spagnole (ommioddio, vuoi dire c'era il doppiosenso e io l'ho capito solo ora?) ma gli spagnoli mi stanno qui. E sussurrando con fare carbonaro: sai, puzzano. Per non parlare degli arabi e della guerra in Iraq che, intendiamoci, è sbagliatissima, per carità. Ma, già che c'era, Bush poteva completare l'opera e sterminarli tutti, che 'sta gente è pericolosissima, e ci sotterrerà, garantito. E conclude questo girotondo-intorno-al-mondo con l'esegesi delle sue innumerevoli esperienze. Mi spiega, infatti, che viaggia non solo perché si annoia, poverello, ma anche perché oggi, con la globalizzazione, essere Cittadini del Mondo è un diktat. Amen.
Dopo questa alta lezione di sociologia, lo fermo perentoriamente e invoco una pausa sigaretta. All Alone. "Che bell'idea! Vengo anch'io".
Che culo.
V

16 commenti:

Bk ha detto...

Oddio...
Se esistono tipi così...
è a perchè a qualcuna piacciono.
Che tristezza...

Diego D'andrea ha detto...

Sarebbe decisamente ora che negli Zoo migliorassero i sistemi di sorveglianza!
;-)
Ciao D

Bleek ha detto...

L'idiozia è direttamente proporzionale alla sicurezza di se stessi ed inversamente proporzionale al minimo tatto necessario per capire quando si è gentilmente scansati.
In questi casi, generalmente le buone maniere sono completamente inutili.
Meglio un secco "fila via...", a scelta l'accompagnarlo o meno con un epiteto adatto...

enzorasi ha detto...

Riassunto: ho incontrato ieri sera in un locale uno dei molti stronzi che per motivi imprecisati, e comunque risibili, è convinto di poter rimorchiare qualsiasi donna voglia. La percentuale di "solo maschi ma niente uomini" sta salendo progressivamente o è solo più evidente? Il verbo usato (proditoriamente) è in gran voga, ho notato, tra i 18- 40 enni, pare che in molti casi si tenti di spacciare lo squalo per pesce spada.

iLLuMiNaZiOnE pReMaTuRa ha detto...

io che ogni tanto passo il tempo a servire da bere (Barman a tempo perso), di queste scene ne vedo a bizzeffe, ieri notte due tipi molesti importunavano 3 simpatiche ragazze sedute al bancone a sorseggiare Margarita... e credimi, le argomentazioni erano praticamente le stesse, luoghi comuni su: viaggi, donne, amore, mondo e vita. Uno strazio, lo giuro.

iLLuMiNaZiOnE pReMaTuRa ha detto...

...

Gianluca ha detto...

Azz un incubo..c'è un tipo simile a Pisa..
Al cineclub stava travolgendo di chiacchiere la ragazza al bar affermando di aver personalmente conosciuto Sartre.
Ecco perchè ha scritto La Nausea..
:-)

Anna ha detto...

Ommammamia che incubo! Non so se indossavi scarpe con tacchi a spillo, ma una buona idea, in questi casi, è quella di scendere lievemente dallo sgabello del bancone,poggiare sbadatamente il tacco sul piede del convenuto e pigiare violentemente. Sempre con il sorriso sulle labbra. Alle sue proteste, sempre continuando a pigiare ed a sorridere, dire "Pardon,mi capita spesso di essere sbadata con tipi come lei"

Liùk ha detto...

Si questa è una di quelle situazioni per cui sono contento di essere uomo stai li al bar ti bevi il tuo drink e nessuno ti viene a rompere

marina ha detto...

cambia locale, 'sto posto attira gente ripugnante
e le sigarette spegnigliele sul dorso della mano
sono contraria alle mezze misure ;-)
marina

vjj ha detto...

...prendo spunto dall'incontro con Shark (sono felice che sei sopravvissuta), per lanciare la domanda: ma perchè ci crucciamo della situazione italiana se l'Italia sembra pullulare di gente simile?
L'Italia è gli italiani.Fine.
Dovremmo convenire di essere un popolo superficiale e (un filino) presuntuoso... no?
Ma non sò rassegnarmi... i gli Shark li considererò sempre l'eccezione mai la regola!

Gabriele Molinari ha detto...

Passavo di qui ...per Gaber. Hai un bel blog e una scrittura molto piacevole. Complimenti. Ciao g.

Ondamagis ha detto...

Sarà uno con la ferita del non-amato ancora aperta, perciò era una voragine di logorroicità! Ciao

My funny Valentine ha detto...

Ragazzi, chiedo scusa a tutti se non ho risposto ai vostri commenti, ma mi sono presa due giorni di assoluta pausa dal computer e dal blog. E' stato rigenerante e proficuo (leggi mio successivo post!!).
Grazie per i vostri commenti, e un abbraccio a tutti voi. Verrò presto a farvi visita! :-)
Grazie a GABRIELE MOLINARI per i complimenti.
V

silentman ha detto...

"1. è dell'acquario (di febbraio, però, che quelli di gennaio son degli stronzi, parola di Shark)"

Se lo reincontrassi, lo puoi mandare affan con ascendende culo da parte mia?

Obrigado,
F.

My funny Valentine ha detto...

@ Silentman: lo farò sicuramente. Anche se, devo ammettere, spero comunque di avere abbastanza 'culo' da non vederlo più! ;-)
V